Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Solidarietà tra generazioni, a Fano nasce il "Boschetto dei ricordi"

Nell'ambito del progetto "Nonni e bimbi al lavoro insieme", promosso dalle associazioni Afma onlus e Auser di Fano, con il sostegno di Marche_active@net del CSv Marche, il 4 maggio a Fano sarà inaugurato il "Boschetto dei ricordi", presso il Centro diurno "Margherita"

FANO (Pu) – Il valore e la promozione della solidarietà tra generazioni incontra i benefici dell'ortoterapia. S'intitola "Il boschetto dei ricordi" ed è l'iniziativa in programma lunedì 4 maggio dalle ore 8,30 alle 11,30 presso il "Centro Diurno Margherita" di Fano, zona Aeroporto (via S. Michele 26/a), promossa dalle associazioni Afma onlus (Associazione familiari malati Alzheimer) e Auser Filo d'Argento di Fano, con la collaborazione di Cooss Marche, Cooperativa Labirinto e Ic paritario "Maestre Pie Venerini". La manifestazione, che ha il patrocinio del Comune di Fano e della Fondazione Carifano, rappresenta l'ultima iniziativa del percorso progettuale "Nonni e bimbi al lavoro insieme", realizzato nell'ambito dell'intervento Marche_active@net del CSV Marche, per la promozione dell'invecchiamento attivo e la solidarietà inter-generazionale.

L'evento coinvolgerà la scuola materna "Poi...Poi" di Pesaro e l'Istituto Comprensivo paritario Maestre Pie Venerini di Fano, i volontari dell'Auser e dell'Afma onlus, la cooperativa sociale Labirinto e il Centro diurno "Margherita", struttura di eccellenza per persone con Alzheimer e demenze: tutti insieme si provvederà alla piantumazione di un boschetto (18 alberi tra acero rosso, acero montano, tiglio, altre piante autoctone, in aggiunta alla Powlonia), di un orto aromatico ed officinale (menta, maggiorana, finocchio, salvia, timo, erba cipollina, lavanda e santolina) ed un orto alimentare (pomodori, lattuga, ecc.). Saranno presenti anche gli assessori Marina Bargnesi e Samuele Mascarin, del Comune di Fano e il Presidente della Fondazione Carifano Fabio Tombari.

Il "Boschetto dei ricordi" arriva dopo l'inaugurazione, a marzo scorso, del "Frutteto dei Ricordi" piantumato presso la residenza protetta "Don Tonucci" di Fano, cui è seguita la creazione dell' "Orto Alimentare e del Giardino Sensoriale" che ha visto coinvolti oltre 40 alunni e 50 anziani, anche con disabilità e ridotta capacità fisica. Nell'ambito del progetto inoltre, i bambini e ragazzi partecipanti hanno realizzato sul tema elaborati grafico-pittorici e concettuali-espressivi, sono stati attivati nelle scuole corsi con pedagogisti e agrotecnici, sono stati condotti corsi di teoria e pratica sull'arboricoltura e l'orticoltura assieme agli anziani dell'Auser, dei centri Anziani cittadini e dell'Afma.

 

Ultima modifica ilGiovedì, 30 Aprile 2015 15:29
Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui