Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

L’Europa nelle mani della solidarietà. Elezioni Ue e volontariato su Vdossier

In formato digitale, l'ultimo numero della rivista curata da 11 CSV - tra cui il CSV Marche - riflette sul futuro dell'Unione europea con le associazioni, un pool di esperti e Romano Prodi

ANCONA - Il futuro dell'Unione europea nelle mani anche del volontariato. È questo il tema del terzo numero del 2018 di Vdossier. Con una novità: accettando la sfida dell'innovazione, per la prima volta la rivista periodica, edita da undici Centri di servizio, è disponibile soltanto in formato digitale (scaricabile a questo link).

Senza entrare nella contesa politica, né giudicando posizioni, programmi e impegni che gli schieramenti in campo assumeranno nei prossimi mesi, il voto per il rinnovo del Parlamento europeo (dal 23 al 26 maggio) è un'occasione per il volontariato di guardare in faccia l'Ue e gli scenari che si stagliano all'orizzonte.

C'è infatti una nazione senza confini in Europa. Ed è quella del non profit. Un popolo della solidarietà che cresce anno dopo anno. Trasversalmente: da Nord a Sud, da Est a Ovest. Un "Stato" tra gli Stati la cui popolazione ha ormai toccato quota 82,8 milioni di persone, tutti in missione per conto del bene comune e gratuitamente. Tanti sono i volontari - su un totale di 500 milioni di abitanti - impegnati nei 28 Stati membri della Ue (Regno Unito compreso).

In 128 pagine Vdossier dà voce alle organizzazioni di volontariato sia con le proprie pagelle, che danno i voti a ciò che l'assemblea di Strasburgo ha fatto per il Terzo settore negli ultimi cinque anni, sia con le loro lettere aperte per formulare le richieste alla prossima legislatura. E anche il Centro europeo del volontariato (Cev) chiede a Bruxelles di creare una sorta di hub europeo per valorizzare e sviluppare maggiormente la cultura della solidarietà. Così come non manca una sezione di servizio, con i consigli degli esperti per la partecipazione a progetti e bandi europei.

In questo numero della rivista si riflette anche con un pool di studiosi (Beck, Chalmers, Dastoli, Ferrera, Fitoussi, Hemerijck, Nicolaïdis, Offe, Santaniello, Sassen e Vandenbroucke) su economia, politiche sociali, welfare state, eurocrazia, sovranismi, globalizzazione e immigrazione. Mentre il presidente Romano Prodi, in un'intervista con la moglie Flavia Franzoni, traccia la via maestra per un'idea di Europa solidale nella quale il volontariato sia un pilastro.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui